Tag

Almanacco

Browsing

Per quanto mi riguarda, aprile è il mese dell’improvviso e dell’ormai.

All’improvviso è primavera, fa caldo, spuntano i fantasmini dalle ballerine (perché? Ve lo chiedo di nuovo: perché?!) e da un giorno all’altro fa la sua comparsa il glicine: non c’era un minuto fa e ora è ovunque.

Ah signora mia, ormai l’inverno è andato, ormai è Pasqua/estate/devo prenotare le vacanze, ormai è tardi (cit. Vasco – quello dell’inizio, non l’ultimo che ormai lo ascoltano tutti).

Oggi è il primo marzo e a Milano è da almeno una settimana che c’è la stessa escursione termica del Sahara: 4 gradi la mattina, 22 il pomeriggio.

Se qualcuno ha capito come vestirsi, faccia un fischio. Un generico ‘a strati’ non mi basta, voglio i dettagli: la giacca, per esempio, quale mettere? E le scarpe? Macero in un mare di dubbi.

Siamo a maggio, cioè quel mese nel quale puoi mettere i sandali, le magliette a maniche corte, le gonne e ti accorgi all’improvviso di quanto sia vicina la prova costume e distante il tuo peso forma.

E tu pensi che non è possibile, era gennaio fino a ieri, com’è che ora siamo già in quella fase dell’anno nella quale dobbiamo inesorabilmente scoprirci?

Pin It
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: