Esiste a Bangkok un caffè gestito da cani corgi: si chiama Corgi in The Garden e probabilmente la Regina Elisabetta ne sarebbe estasiata.

Dopo la diffusione dei cat-cafè, locali dove si beve con gattoni morbidosi in ogni angolo, in Thailandia si va controtendenza e si lascia spazio ai cani.

Corgi in the Garden Bangkok

Un corgi dietro il bancone

Al Corgi In The Garden vivono 12 corgi, ciascuno col proprio nome accuratamente scritto su una bandana che portano al collo: Bean, Bluebell, Marmalade, Salmon, Porkchop.

Appartengono tutti alla proprietaria Tanchanok Kanawaong, che si assicura di farli stare nel locale non più di quattro ore al giorno (fanno i turni anche loro) per non stressarli troppo e di farli correre almeno tre volte al dì.

Perché capite anche voi che vivere in un bar mette dura prova la forma fisica.

Ecco perché ci sono regole ben precise da rispettare, in modo che la convivenza tra corgi, avventori e proprietari sia la migliore per tutti.

–> Ti piacciono bar e caffè? Qui trovi altri indirizzi e ispirazioni

Le regole

Innanzitutto, l’ingresso è contingentato perché troppe persone potrebbero infastidire i cani. C’è un biglietto d’ingresso da pagare, pari a 10 euro.

–> In cerca di ispirazioni per un nuovo viaggio? Qui trovi qualche idea

Corgi in the Garden – Bangkok, Kallapaphruek Road – Orari: tutti i giorni dalle 12 alle 18, lunedì chiuso

Booking.com
Author

Pensavi a Proust e invece trovi solo i dolcetti a forma di conchiglia. A questo punto puoi scegliere: ti metti a leggere la Recherche oppure un blog che adora il formaggio? Chi sono io? Oriana, giornalista milanese di turismo, food ed eventi

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: