copacabana temakeria milano ramen

È inverno quindi da Copacabana Temakeria arrivano i ramen

È inverno e fa freddo, se ne sono accorti anche da Copacabana Temakeria in Darsena a Milano.

Perchè va bene la cucina brasiliana, i maki e i rotolini vari, che io mangerei direttamente a badilate. Ma se vuoi trovare conforto nei mesi freddi è sui ramen che devi puntare.

Continua a leggere
mangiare a rimini

Mangiare a Rimini con le dritte di una local: gli indirizzi imperdibili

La mia percezione di Rimini è probabilmente molto diversa da quella generale. Vado a Rimini da anni per cinque giorni a ottobre, lavoro come una pazza durante TTG Incontri Travel Experience, vivo reclusa in fiera con il resto della redazione e solo raramente vedo la luce del sole: praticamente un vampiro.

Riesco a toccare con mano la città giusto la sera, in occasione di qualche conferenza. Insomma di Rimini non ho mai nemmeno sentito il rumore del mare…la tristezza!

Però ho sempre mangiato molto bene (e dormito poco). E ho pensato che essendo una città così amata da tutti, sarebbe stato utile scrivere una guida su dove mangiare a Rimini. Continua a leggere

Pinsa per te Milano Paolo Sarpi

Indiscutibili vantaggi di mangiare una Pinsa in via Sarpi a Milano con un’amica

In via Paolo Sarpi a Milano ultimamente c’è un turn over di locali a cui è difficile star dietro: nuove insegne aprono e, notiziona, spesso non sono cinesi.

L’ultima è Pinsa per te, catena di locali (già presente a Torino e Avigliana) che propongono solo ed esclusivamente la pinsa romana, concetto sconosciuto qui a Milano ma che stiamo imparando ad apprezzare. Continua a leggere

Five Guys Milano corso Vittorio Emanuele

Come si mangia da Five Guys a Milano e quanto si paga

Avevo grandi aspettative su Five Guys, perché molti amici che l’avevano provato all’estero mi avevano raccontato meraviglie.

Così, dal momento che la catena di fast food americana ha appena aperto il suo primo locale a Milano (in corso Vittorio Emanuele, tra San Babila e Piazza Duomo, giusto a due passi da Starbucks e wagamama), sono andata armata di una fame nera e parecchia curiosità.  Continua a leggere