Siete mai andati a Parigi con Thello, il treno notte che collega l’Italia alla Francia? Io no e sinceramente mi chiedo perché.

Il treno notturno è un buon modo per viaggiare risparmiando: si parte la sera e si arriva la mattina successiva, quindi c’è una notte in meno in hotel. Si dorme in cuccetta, che magari non sarà comoda come un letto matrimoniale ma di sicuro è meglio di una semplice poltrona.

E poi c’è il fascino del treno, del rumore che ti culla mentre leggi, dormi o ti perdi nei tuoi pensieri, con il paesaggio che cambia davanti ai tuoi occhi fuori dal finestrino.

Da Milano a Parigi: orari e fermate

Di treni che collegano Italia e Francia ce ne sono diversi: Thello è quello notturno, con orari comodi e un percorso che parte da Venezia alle 19.13, passa da Padova, Vicenza, Verona, Brescia, quindi Milano (alle 23.10), Digione (alle 6.39) e arriva infine alla Gare De Lyon di Parigi alle 9.37.

–> Psst, scopri qui cosa puoi fare a Parigi

Dove si dorme? Sui treni Thello ci sono cabine letto Standard e Premium (con lavabo o bagno privato, piumini per ogni letto, trousse da viaggio, pantofole, bottiglia d’acqua e colazione compresa nel biglietto) per chi viaggia in coppia e cuccette da 4 o 6 posti per famiglie o gruppi (ci sono cuccette riservate solo a donne per le passeggere che lo preferiscono).

Queste sono le foto delle cuccette:

Da Milano a Marsiglia via Nizza

C’è anche la linea collega Milano a Marsiglia via Nizza (tre partenze al giorno: alle 7.10, alle 11.10 e alle 15.10): si viaggia di giorno con fermate a Pavia, Voghera, Genova, Savona, Finale Ligure, Albenga, Alassio, Diano, Imperia, Sanremo, Ventimiglia, Monte Carlo, Nizza, Antibes, Cannes, St. Raphael, Tolone e Marsiglia.

–> Cosa vedere a Marsiglia di mangereccio

Thello treno ristorante

Il vagone ristorante di Thello

A bordo del treno notte Thello, ça va sans dire, si può cenare, fare colazione e spuntini vari nel corso del viaggio, da consumare direttamente nella carrozza ristorante oppure al proprio posto.

Tutti i treni Thello hanno un vagone ristorante (con otto tavoli e 30 posti a sedere), con un stuolo di chef e camerieri che non vedono l’ora di soddisfare il vostro appetito, per garantirvi riposi notturni da angioletti e farvi arrivare nella Ville Lumière in forma smagliante.

Thello vagone ristorante
Il vagone ristorante a bordo di Thello. Foto: Mostras.net

E, novità delle novità, si può prenotare online e gratuitamente la propria cena prima della partenza.

Come fare?

Semplice: si va sul sito, si sceglie la fascia oraria preferita (19.45 o 21.30) entro le 10.40 del giorno della partenza et voilà, il gioco è fatto.

Il menù

Tutto bello ma nello specifico cosa si mangia?

Thello ristorante
La carrozza bar a bordo di Thello. Foto: Mostras.net

La cena viene servita al tavolo: si mangiano specialità della cucina francese e italiana, dalla pizza alla quiche Lorraine, dalla parmigiana alla blanquette di vitello.

Sono previsti menù per bambini e per vegetariani, oltre a formule per chi preferisce mangiare light (qui trovate i menù proposti e i relativi prezzi).

[Ah, nel caso ve lo stiate chiedendo: no, questo non è un post sponsorizzato. Ho trovato la notizia e mi sembrava utile diffonderla]

–> Psst, ti piace la Francia? Dai un’occhiata qui

Booking.com
Author

Pensavi a Proust e invece trovi solo i dolcetti a forma di conchiglia. A questo punto puoi scegliere: ti metti a leggere la Recherche oppure un blog che adora il formaggio? Chi sono io? Oriana, giornalista milanese di turismo, food ed eventi

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: