A Milano non c’è soltanto il derby tra Milan e Inter a scaldare gli animi. A Milano si celebra Sant’Ambrogio con lo stesso tifo (seppur sobriamente espresso) riservato a una rock star. E subito dopo si inizia a parlare dell’argomento natalizio per eccellenza: il panettone artigianale.

E tu dove lo compri, perchè, percome, l’anno scorso però ho cambiato, io se non è Cova nemmeno mi ci avvicino al panettone, però l’ultima tendenza, ma sai che la zia ha scoperto, quello cos’è, un pandoro? Orrore!

Simbolo identitario come nemmeno la Madonnina, il panetun è faccenda seria, anzi serissima.

Panettone artigianale a Milano

La città si suddivide in gruppi il cui fervore verso una pasticceria piuttosto che un’altra rasenta la venerazione: cambiare mai, pena le fiamme dell’inferno. Chi cambia casacca passerà il pranzo di Natale tra sguardi di tacita riprovazione: hai tradito, perché? Cose terribili ti succederanno: l’uvetta ti andrà di traverso e Sant’Ambrogio ti punirà tirandoti i piedi ogni notte.

Ma procediamo con metodo antropologico e vediamo quali sono le fazioni in campo.

[-> La mappa dei produttori di panettone artigianale a Milano e dintorni prodotta dalla Camera di Commercio di Milano]

I tradizionalisti

Il panettone si compra solo nelle pasticcerie che esistono da almeno un secolo e custodiscono gelosamente la ricetta tradizionale vergata a mano da Sant’Ambrogio in persona e racchiusa in una vetrinetta di cristallo di Boemia coi profili in oro.

Pasticceria Cova

–> 37 euro al chilo il tradizionale

Pasticceria storica (è nell’elenco ufficiale dei Locali Storici di Milano) quanto très chic, da Cova troneggia il panettone classico (disponibile tutto l’anno, non solo a Natale) accanto alle varianti allo zafferano e al cioccolato.

E siccome è storica e chic, questa pasticceria produce anche il pandoro e la veneziana, tiè.

Pasticceria Cova – Milano, via Monte Napoleone 8 – Orari: tutti i giorni 7.45-20.30, domenica 9.30-19.30

Pasticceria Cucchi

–> 32 euro al kg il tradizionale

panettone artigianale Milano
Il panettone della Pasticceria Cucchi di Milano

Ha oltre 80 anni di vita, è nell’elenco dei Locali Storici di Milano, ci veniva persino Giuseppe Ungaretti: da Cucchi si sforna panettone tutto l’anno.

Il classico è quello rigidamente regolamentato dal disciplinare, con lievito madre e tradizionale a doppio impasto, senza conservanti e con solo farina, burro, lievito, tuorli d’uovo, zucchero, arance e cedri canditi, uvetta sultanina, estratto di vaniglia, sale.

Pasticceria Cucchi – Milano, corso Genova 1 – Orari: tutti i giorni 7.30-21.30, lunedì chiuso

Marchesi 1824

Marchesi Milano PANETTONE
Il panettone classico della pasticceria Marchesi 1824

A Milano fa il panettone da più o meno due secoli e dopo aver aperto anche a Londra, lo sta facendo conoscere anche agli inglesi: Marchesi 1824 è una delle pasticcerie simbolo di Milano.

Per il Natale 2019, oltre al Panettone classico ci sono due novità: il Panettone Pere e Cioccolato e il Panettone con Marroni Canditi.

Su ordinazione, si può avere la versione decorata a mano in diversi stili tra cui: trenino colmo di doni, paesaggio londinese con cabina telefonica rossa e angioletti che si rincorrono.

Marchesi 1824 – Milano, corso Vittorio Emanuele II; via Monte Napoleone 9, via Santa Maria alla Porta 11/a – Orari: tutti i giorni 7.30-21

Pasticceria Biffi

Pasticceria Biffi Milano
L’interno della Pasticceria Biffi in corso Magenta

–> 32 euro al kg il tradizionale

Esiste dal 1847, sempre lì in corso Magenta. E proprio in quell’anno ha infornato il primo panettone, di cui si vocifera sia anche l’inventore: insomma da Biffi si deve andare!

Pasticceria Biffi – Milano, corso Magenta 87 – Orari: tutti i giorni 6.30-20.30

Peck

Peck panettone
I panettoni di Peck

Il tempio dell’alta gastronomia milanese, ovvero Peck, quest’anno per la prima volta apre le porte ai panettoni di altri autori. Ovviamente sono tutti stellati: Niko Romito e Massimiliano Alajmo, entrambi tre stelle Michelin.

Ai quattro panettoni firmati Peck (Classico; Pere e cioccolato; Arancia, ananas e zenzero; Pistacchio, caffè e cioccolato bianco) si aggiungono quindi:

  • Il Panettone Moro di Venezia di Massimiliano Alajmo con cacao e marasche
  • Il Panettone al Cioccolato di Niko Romito

Attenzione perché sono entrambi in vendita in edizione limitata con solo 150 pezzi ciascuno.

Peck – Milano, via Spadari 9 e Piazza Tre Torri – Orari: tutti i giorni 9-20, dom 10-17, lun 15-20

Gattullo

Pasticceria Gattullo Milano panettone

-> 32 euro al kg il tradizionale

Un’altra istituzione meneghina: Gattullo custodisce e sfodera ogni anno la ricetta tradizionale del panettone artigianale, rigorosamente con lievito madre di qualità e una lievitazione lunghissima.

Pasticceria Gattullo – Milano, piazzale di Porta Lodovica 2 – Orari: tutti i giorni 7-21, lunedì chiuso

Pasticceria Giacomo

Pasticceria Giacomo Milano panettone
Il panettone classico della Pasticceria Giacomo Milano

–> Da 39€ al chilo

Per il panettone segue pedissequamente la ricetta tradizionale e usa i canditi di un’azienda siciliana specializzata che usa solo agrumi dell’isola: da Giacomo Milano trovate il panettone classico, quello al gianduja, la veneziana, il pandoro (novità 2019!) e il panettone decorato.

Pasticceria Giacomo– Milano, via Sottocorno 5 – Orari: tutti i giorni 8-20, lunedì chiuso

Panzera

-> 32 euro al kg il tradizionale

Panettone Milano Panzera
Il Pan De Lor di Panzera Milano

Preparato senza additivi né coloranti con la ricetta del bisnonno Ampelio e 30 ore di lievitazione naturale, riconosciuto come ‘Panettone tipico della tradizione artigiana milanese‘. What else? Ah, lo trovate tutto l’anno, non solo a Natale!

Oltre al panettone classico e a quello alle nocciole, la novità del 2019 è il Pan De Lor, il dolce dei giganti che Lorenzo Panzera ha dedicato al Tor de Geants (l’endurance trail più duro al mondo in ambiente di montagna) cui ha preso parte: un lievitato coperto da una glassa di mandorle e zucchero e sormontato da frutta secca. Il Pan De Lor è disponibile in quattro varianti: pistacchio, mandorla, noci e nocciole.

panettone artigianale Panzera

Pasticceria Panzera – Milano, viale Monte Santo 10 e piazza Luigi di Savoia 1/9 – Orari: tutti i giorni 7-20

Vergani

-> 16,90 euro al kg il tradizionale

panettone artigianale milano
Il panettone Vergani ©Enrico Suà Ummarino

Vergani – che è una vera e propria azienda, non una pasticceria in senso tradizionale – quest’anno oltre al panettone classico propone due novità: il panettone al cioccolato bianco e caramello salato e il panettone glassato all’amaretto.

Pasticceria Vergani – Milano, via Mercadante 17 e corso di Porta Romana 51 – Orari: tutti i giorni 7.30-19.30, domenica 7.30-13

Gli innovatori

Poi c’è il gruppo, altrettanto numeroso e molto milanese, di quelli che non riescono a fare a meno di innamorarsi delle ultime tendenze o delle novità aperte in città. Anche perché sono di ottima qualità.

Pavé

–> 30 euro al chilo il tradizionale

Pavé Milano panettone
Il panettone limone e gianduia di Pavé

Io quelli di Pavé li amo tutti tantissimo, adoro tutto quello che fanno, scrivono o dicono. Che posso dirvi? Me li sposerei!

Qui trovate il panettone classico con scorza d’arancia e cedro canditi e uvetta, il panettone ai quattro cioccolati e il panettone speciale limone e gianduia (disponibile anche a fetta, se cercate un ottimo posto dove fare merenda a Milano).

Pavé – Milano, via Felice Casati 27 e corso di Porta Romana 51 – Orari: lun-ven 8-21, sab e dom 8.30-20

Ernst Knam

-> 35 euro al kg

panettone artigianale Milano
Ernst Knam e il suo panettone

Si può non amare follemente quest’uomo? Dico ma l’avete visto in Bake Off Italia?

Vi avevo già raccontato cosa trovate nella sua storica pasticceria, sotto Natale però si aggiungono il panettone classico e soprattutto il Knamettone, l’edizione limitata natalizia che quest’anno è a base di Frau Knam Senorita, un cioccolato speciale scovato in Perù da lui medesimo, arancia semicandita e una copertura al pistacchio di bronte.

Ernst Knam – Milano, via Anfossi 11 – Orari: lun 16-20, da mar a ven 10-13 e 16-20, sab 10-13 e 15-20, dom 10-13

Pasticceria Martesana

Pasticceria Martesana Milano Panettone
Il Panettone Augusto della Martesana con amarena e caffè

-> 34 euro al kg la versione classica, 38 gli altri

Alla Martesana trovate di tutto: ovviamente il panettone tradizionale (anche nella versione glassata dall’Enzo con zucchero e mandorle), poi il Panetùn de l’Enzo, con cioccolato e confettura di albicocche a richiamare la Sacher. E tutti i grandi classici: il Panettone Strudel, con mela candita aromatizzata alla cannella, uvetta immersa nel marsala e pinoli, il Rustico con farina integrale, il panettone con Marron Glacés, la veneziana e i panettoni decorati.

Infine le due novità del 2019: l’Augusto con amarena e caffè e il panettone ai tre cioccolati.

Pasticceria Martesana – Milano, via Cagliero 14 e via Paolo Sarpi 62 – Orari: tutti i giorni 7.30-20, dom 8-19.30

Il panettone banana della Pasticceria Clivati 1969

panettone banana Cattelan

Avete presente la banana di Cattelan, l’opera che l’artista ha presentato all’ultima edizione dell’Art Basel Miami?

Ecco, la Pasticceria Clivati 1969 ha pensato bene di trasformarla in un panettone con canditi alla banana, ricoperto di pasta da zucchero bianca e una banana scelta con lo stesso stato di maturazione di quella utilizzata da Cattelan.

Tranquilli, in questo tempio della pasticceria meneghina trovate anche i panettoni classici e quelli variegati (ma pur sempre classici).

Pasticceria Clivati 1969 – Milano, viale Coni Zugna 57 – Orari: tutti i giorni 7-22.30

Il panettone vegano di RosebyMary

Panettone artigianale milano
Il Panettone artigianale vegano di RosebyMary

Il panettone tradizionale può essere vegano? In teoria  no.

Ma RosebyMary ci prova e sostituisce il burro con latte di cocco, mantenendo poi pasta di mandorle, uvetta e canditi.

RosebyMary – Milano, piazzale Cadorna 14, via San Prospero 4 e via Cesare Battisti 1 – Orari: tutti i giorni 7-19.30, sab 10-17, dom chiuso

I patriottici

Poi c’è il gruppo di quelli che se Milano chiama loro rispondono, un mix delle due etnie precedenti: c’è da sacrificarsi per una buona causa meneghina? Pronti a mangiar panettone!

Il Panettone del Duomo di Milano

Il-Panettone-del-Duomo-di-Milano
La confezione del Panettone del Duomo di Milano ispirata agli archivi della Veneranda Fabbrica del Duomo

Il Duomo di Milano e la sua Veneranda Fabbrica da anni portano avanti diversi progetti di autofinanziamento per sovvenzionare i costanti e costosissimi lavori di manutenzione e restauro delle sue immacolate guglie.

Per darvi un’idea, ogni anno la Veneranda Fabbrica del Duomo deve raccogliere l’astronomica cifra di 20-30 milioni di euro per mantenere Duomo, guglie e Madonnina in uno stato decoroso!

Acquistando il Panettone del Duomo di Milano (disponibile nel Duomo Shop in piazza Duomo 14/A, aperto tutti i giorni dalle 8 alle 18.30) si entra in automatico nel progettoAdotta la Guglia‘, quindi potete vantarvi di essere ufficialmente donatori della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano (contattando l’ufficio donazioni si può anche registrare il proprio nome nell’Albo Donatori).

Il prezzo? 9.90 euro per il taglio da 500 gr, 15.90 euro la confezione da un chilo in un cofanetto a edizione limitata (il panettone è fornito da Il Viaggiator Goloso, marchio Unes che fa cose molto buone).

–> Pasticcerie francesi a milano

7 Comments

  1. Mi rendo conto che vado sul sicuro, ma io dico Cova!!!

    Di quelli industriali, ma meno degli altri, il panettone all’albicocca delle Tre Marie… sempre per essere milanesissimi!

    • Lili Madeleine Reply

      Io di quelli industriali ho scoperto il panettone del Viaggiator Goloso e non lo mollo più, soprattutto quello con la frutta esotica essiccata. Per quanto riguarda le pasticcerie, l’anno scorso ho provato quello dei Dolci di Namura ed era buono…certo Cova resta un mito irraggiungibile ma sarei molto curiosa di provare Pavè.
      E quando passo davanti alle vetrine della Martesana ci lascio il cuore

      • Quello che sto mangiando in questo ESATTO momento?!? Giuro! Ho anche fatto la foto per documentare ma non saprei come mandartela!

      • Lili Madeleine

        Ma dai, altro che telepatia!!! Non lo trovi buonissimo? Secondo me è migliore di molte pasticcerie…(ora qualcuno verrà a eliminarmi per quel che ho scritto)

      • Buonissimo! Io lo conoscevo perchè è lo stesso del Fior Fiore Coop alla frutta esotica. Buonissimo! Però, se non lo hai mai provato, prendi quello all’albicocca delle Tre Marie. Una mugnaga prodotta in larga scala. Ma non troppo!

      • Lili Madeleine

        È vero, la linea Fior Fiore Coop ha sempre prodotti buonissimi! Allora proverò anche quello all’albicocca delle Tre Marie 🙂

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: