Quanti pensano ad Atene quando decidono di organizzare un weekend in una capitale europea? Forse pochi. Peccato.

Perché la capitale greca dopo anni di crisi (il piano di salvataggio europeo è terminato solo nel 2018) sta risorgendo dalle proprie ceneri, dando spazio a nuovi progetti, idee e laboratori creativi, spesso portati avanti da giovani greci.

Come Ergon House, il primo foodie hotel al mondo.

Un hotel in un ex teatro

Aperto a febbraio 2019 in via Mitropoleos, dove prima sorgeva un teatro, Ergon House è a cinque minuti piedi da piazza Syntagma, Monastiraki e l’Acropoli. Ed è opera di George Douzis e suo fratello, entrambi nati meno di 40 anni fa.

Ora dimenticate tutto quel che conoscete sugli hotel, perché in questo caso stiamo parlando di un esperimento unico.

È stato concepito come il primo foodie hotel al mondo, con un concept unico: un mercato coperto al piano terra, con 1200 prodotti artigianali di oltre 150 produttori (qualcosa a metà tra Eataly e Slow Food). Fruttivendolo, macelleria, pescheria, panetteria, salumeria e persino una torrefazione. Ovviamente ci sono anche un ristorante specializzato in cucina greca e il bar. Tutto è organizzato come una moderna agorà, una piazza aperta dove al centro troneggia l’ulivo.

L’hotel vero e proprio è al primo piano: quattro tipologie di camere (tutte con colazione inclusa), la cucina comune, la palestra.

–> Rebetiko, la taverna greca (buonissima) a Milano

Ci sono anche spazi per i corsi di cucina, quattro ore per imparare le basi della gastronomia greca oltre la moussaka seguite da un menù degustazione (qui si organizzano molti eventi corporate e team building). E poi la terrazza alberata sul tetto, dalla quale lasciar correre lo sguardo su Atene e l’Acropoli.

-> Psst, sai che a Parigi ha aperto l’hotel della storica gastronomia Fauchon?

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: