Avete presente quel momento nel quale state aspettando l’imbarco del vostro volo e mentre addentate un panino gommoso dentro di voi pensate “Che bello sarebbe affondare le narici sopra una ciotola fumante di ramen“?

Ecco, quel momento a Malpensa potrebbe essere diverso. Aspetterete il vostro volo, se vi va, con le narici sopra una ciotola fumante di ramen. 

Al Terminal 1 c’è il secondo ristorante in Italia di wagamama (l’altro si trova all’interno dell’Orio Center, il centro commerciale di fronte all’aeroporto bergamasco di Orio al Serio, e il terzo è quello nuovissimo in centro a Milano), brand che che conta già 180 locali in 22 paesi del mondo.

–> Ti piacciono i ramen? Leggi la mia guida per scoprire dove mangiarli a Milano

Positività dalla scodella all’anima

wagamama malpensa milano
Wagamama a Malpensa

Il motto del locale è diffondere positività dalla scodella all’anima: uno slogan secondo me riuscitissimo visto che nulla come un ciotolone di ramen ha il potere di resuscitare le anime afflitte verso vette paradisiache.

Agli intenti si aggiunge un locale di 600 metri quadri con 125 coperti, design contemporanei e uno staff di 60 persone.

–> Ristoranti stellati in aeroporto: la guida

Il menù: Dai ramen ai gyozas

wagamama Malpensa Milano

Prima notizia: wagamama ha menù per bambini, evviva evviva, gioia infinita: i pupetti possono ordinare mini ramen, mini yaki soba, mini piatti di riso, pollo, bicchieri di latte, gelati e il cococino, schiuma di latte con una spolverata di cacao.

Per quanto riguarda i bipedi ormai maggiorenni, in carta si trovano ovviamente i ramen con carne, verdure, gamberi piccanti o nella variante ‘mettici un po’ quel che vuoi tu’ (prezzi da 9 a 13 euro).

Quindi diverse varianti di curry, tra cui il piatto icona di wagamama, cioè il pollo katsu curry, diverse alternative di teppanyaki, gli omakase, ciotolone di donburi, e poi i gyozas, ravioli giapponesi che io personalmente potrei divorare a chili senza fare un plissè.

-> I migliori bar in aeroporto: dove bere bene tra un volo e l’altro

Booking.com
Author

Pensavi a Proust e invece trovi solo i dolcetti a forma di conchiglia. A questo punto puoi scegliere: ti metti a leggere la Recherche oppure un blog che adora il formaggio? Chi sono io? Oriana, giornalista milanese di turismo, food ed eventi

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: