Calorie Brands

Calorie Brands: come si chiamerebbero i prodotti con le calorie al posto del marchio

Calorie Brands

Questo post vi farà molto male, ve lo dico subito.

Se non temete la prova costume, mollate qui e amici come prima.

In caso contrario, proseguite nella lettura e scoprite l’alleato migliore di qualunque dieta. 

Stamattina bazzicando su Dissapore mi balza agli occhi un post: come si chiamerebbero i prodotti alimentari se il nome equivalesse alle calorie contenute.

Ohibò, leggo e scopro l’esistenza di Calorie Brands, un semplice account Instagram che al posto delle foto della spiaggia (o del tavolo da colazione di cui discutevamo ieri qui) pubblica foto di snack vari, patatine, pizza e junk food in generale indicando il numero delle calorie contenute.

Scritto bello in grande, come se fosse appunto il nome del prodotto.

Come andare a sbattere contro un muro di cruda e nuda verità.

Calorie Brands

Un modo semplice, creativo e immediato per farci rendere immediatamente conto delle conseguenze che può avere sgranocchiare un pacchetto di patatine, mangiare un formaggino o bere una birra.

Per non parlare delle caramelle gommose:

Calorie Brands

O del pollo fritto:

Calorie Brands

Senza prendere posizione, fare sensazionalismi o mettersi a discutere tra grassi saturi e insaturi: solo numeri, quelli dell’enorme quantità di calorie che introduci in un cucchiaio di Nutella (ebbene sì, lo sappiamo ma ogni volta ci stupiamo del fatto che sia un numero a quattro cifre).

Calorie Brands

E visto che dall’anno prossimo l’avremo anche a Milano, beccatevi Starbucks:

Calorie Brands

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.