#ProgettoTrasloco: elenco di domande che rimarranno senza risposta

trasloco

Credo che per ogni #ProgettoTrasloco ci siano domande che rimangono irrisolte e inesorabilmente senza risposte.

Dopo le prime due puntate abbiamo messo il turbo e i lavori sono entrati nel vivo.

La situazione al momento è la seguente: abbiamo finalmente lasciato il nostro amato bilocale, vuoto e con l’eco.

Nello stesso giorno, mentre l’impresa scelta per il trasloco ritirava i nostri scatoloni per tenerli in deposito il prossimo mese, siamo anche riusciti a consegnare la struttura del nostro letto alla giovine coppia a cui l’avevamo venduto su Subito.it e prendere appuntamento con l’Amsa per dare eterno riposo alla nostra lavatrice.

E ovviamente siamo anche andati all’Ikea a prendere il mobile per il bagno che serviva urgentissimamente.

Un incastro che nemmeno il G8…

trasloco

Recuperati armi, bagagli e figlia ci siamo trasferiti in un appartamento in affitto vista Stazione Centrale: la nostra routine quotidiana ne è sconvolta perché siamo in una zona diversa dalla nostra (quindi lontana dal nido della bimbetta, ergo orari da rivedere) ma la casa ci piace così tanto che quasi quasi rimaniamo lì.

Nel frattempo abbiamo abbattuto e ricostruito pareti nella nuova casa, rimosso il massetto del pavimento, rifatto gli impianti, iniziato a mettere le piastrelle nei bagni e in cucina.

Ora mancano gli infissi, il parquet, la posa dei sanitari, la tinta e mille altre cose che io ignoro.

Poi dovremo richiamare l’impresa dei traslochi e chiedere che ci riportino i nostri scatoloni, stando attenti che martedì e sabato sono giorni no perché c’è il mercato. 

trasloco

Ma c’è una ma, anzi ci sono mille ma che rimarranno lì sospesi in quella dimensione fluttuante dove le regole risposte non esistono, esistono solo le eccezioni domande.

Elenco di domande senza risposta durante un trasloco:

  • Perché anche quando l’appartamento è vuoto, in realtà c’è sempre qualcosa nascosto in un angolo che avanza (e non è l’eco)?
  • Perché durante il trasloco menti a te stessa giurando che mai più accumulerai così tante cose?
  • Perché i lavori non finiscono mai entro la data che tu avevi accuratamente pianificato tenendo conto che tanto i lavori non finiscono mai entro la data che tu avevi pianificato?
  • Perché le piastrelle di Bardelli sono così belle e ti piacciono soprattutto quelle che non rientrano nel tuo budget?
  • Perché tu sognavi vicini a cui regalare torte di mele e invece trovi gente che ti chiede se vuoi mettere il parquet sul pianerottolo?! 
  • Perché sei partita dicendo ‘tutte le pareti bianche‘ e invece ora sfogli palette di colore cercando di capire se il tortora si abbina bene alla tua cucina?
  • Perché le vasche da bagno da incasso costano relativamente poco e i mobili per il bagno hanno lo stesso valore di una manovra economica?
  • Perché il governo non ha ancora detto se prolunga o meno il Bonus Mobili nel 2016?
  • Perché per acquistare una libreria bianca più lunga di tre metri devi avere lo stesso conto in banca di Donald Trump?
  • Perché hai sempre schifato Scavolini e poi ti accorgi troppo tardi che fanno cucine bellissime e in c.so Sempione c’è anche un negozio con i saldi al 50 per cento?
  • Perché al GruppoBea (dove abbiamo acquistato piastrelle, sanitari e rubinetti) non rispondono mai al telefono?
  • Perché per comprare un divano devi accantonare la stessa somma che servirebbe per uno yacht checché ne dica la Ferilli?
  • Perché ho scelto un piano di lavoro Ikea che “per averlo ci vogliono almeno 50 giorni” quando potevo optare per uno già pronto?
  • Perché siam partiti dicendo “Cambiamo divani, tavolo, sedie e compriamo una bella libreria” e ora teniamo divani, sedie, tavolo e la libreria aspettiamo un po’ che magari vediamo coi saldi?

Ecco, questo è il mio elenco di domande senza risposte: sono sicura che se ci penso ancora cinque minuti me ne verrà in mente un’altra decina, quindi chiudo qui.

Se per caso trovate le mie risposte siete pregati di darmele, grazie.

 

4 pensieri su “#ProgettoTrasloco: elenco di domande che rimarranno senza risposta

  1. Alice ha detto:

    Che ridere!!! Tu un po’ meno forse… Se penso all’idea di affrontare un trasloco mi sento male…penso che in fondo non si sta mica stretti nel bilocale! 😉
    P.S.: anche io vorrei dei vicini di casa così…ma mi sa che non esistono più…

    • Lili Madeleine ha detto:

      …poi magari salterà fuori che superato l’empasse del ‘mettiamo il parquet sul pianerottolo’ (e comunque zerbini uguali, mi raccomando!) il vicino si rivelerà un pozzo di bontà e simpatia. Al momento, ecco… 🙂

  2. Priscilla Tozzi ha detto:

    Cara Lili,

    perché la vita è una “variabile costante” e le risposte è meglio non trovarle, altrimenti non ci si diverte più.

    Un abbraccio,

    Priscilla

    P.s. Se ti servono consigli io ci sono. Faccio questo lavoro da venti anni 🙂 (www.robertoliorni.it)

    • Lili Madeleine ha detto:

      Cara Priscilla, perché lo scopro solo adesso che è troppo tardi? Scherzo, in realtà hai ragione tu: la vita deve essere divertente e a volte è meglio lasciar andare via le domande senza troppo cercare risposte 🙂 Grazie e un abbraccio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.