Good France

Sei uno chef italiano? La cucina francese ti chiama, c’è Good France

Good France

Sei uno chef italiano? La cucina francese ti chiama!

Fino al 15 dicembre c’è tempo per presentare la propria candidatura a Goût de France/Good France, un’operazione che coinvolgerà più di 1000 chef in tutto il mondo, in un trionfo della cucina francese.

Di cosa si tratta?

E’ presto detto: di una cena speciale organizzata il 19 marzo 2015, in occasione della seconda sessione del Consiglio di promozione del turismo.

I 1000 chef selezionati in tutto il mondo dovranno preparare una cena a base di specialità francesi nei loro ristoranti, bistrot, trattorie e osterie.

Perché farlo?

Perché amate la cucina francese, è ovvio. E perché ci sarà un battage pubblicitario e di comunicazione internazionale importante (chef italiani, vi ricordo che il 19 marzo cade a poco più di un mese dalla partenza di Expo 2015), con il sostengo dell’ambasciata francese e di Atout France, l’Ente per lo sviluppo del Turismo Francese. Non è un buon modo per farsi conoscere?

Alain DucasseCome ci si iscrive?

Basta andare su www.goodfrance.com e sottoporre la propria candidatura presentando un menù ad hoc. Un comitato di chef, presieduto da Alain Ducasse, selezionerà i migliori, stilando la lista finale dei 1000 chef partecipanti (verrà resa pubblica a gennaio 2015).

Che menù proporre?

Deve essere un omaggio alla Francia e alla sua cucina, quindi si richiedono menù che rendano giustizia a tutta la varietà della gastronomia d’Oltralpe.

Ogni chef avrà libertà d’azione ma il menù proposto dovrà assolutamente includere:

  • Aperitivo della tradizione francese con champagne e gougères oppure con cognac glacé e foie gras
  • Antipasto freddo
  • Antipasto caldo
  • Pesce o crostacei
  • Carne rossa o bianca
  • Un formaggio o una selezione di formaggi francesi
  • Un dessert al cioccolato
  • Vini francesi
  • Digestivo francese

Prediligete il concetto di mangiar bene (largo spazio alle verdure secondo le indicazioni): se verrete selezionati, dovrete impegnarvi a versare il 5 per cento del ricavato totale della serata a una ONG locale che operi per il rispetto della salute e dell’ambiente.

Good France[Credits: foto di Pierre Monetta]

Cosa ne pensi di questo articolo? Scrivimelo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.