Zazà Ramen Milano

Come si mangia da Zazà Ramen, il locale di via Solferino che rende omaggio a Lupin

Che ci fa uno chef olandese in Italia? Apre un ristorante giapponese, ovvio.

Ma occorre dire che lo chef in questione, Brendan Becht, è venuto in Italia per studiare con Gualtiero Marchesi su consiglio di un altro chef conosciuto a Parigi, Carlo Cracco. E con Marchesi partecipò a un primo viaggio in Giappone – quando il Giappone non era ancora di moda – di cui ancora oggi conserva il mito.

Zazà Ramen, il cui nome è un omaggio all’Ispettore Zenigata, poliziotto goloso di ramen perennemente a caccia di Lupin, propone una cucina giapponese rigorosa nell’impostazione ma con una scelta degli ingredienti  creativa.

Zazà ramen: menù

Tutti ramen in menù sono composti da brodo (nelle varianti Shoyu – con salsa di soia -, Shio – con alga secca konbu – e Miso), pasta fresca cotta al momento e una guarnizione con verdura, carne o pesce a scelta.

In occasione dell’estate, Zazà è stato forse il primo ramen bar di Milano a lanciare i ramen freddi: so cosa state pensando, invece sono buonissimi e potete sceglierli in tre versioni diverse.

Io ho provato il Ramen Verde freddo (il colore è dovuto a una polvere finissima di alghe nell’impasto della pasta) con masago (uova di capelano) e cipollotto di Tropea, esclusiva creata da chef Becht: una goduria che vi consiglio (15 euro).

Zazà Ramen Milano ramen verde freddo

Quindi il Ramen freddo con carne, che nella versione estiva è a base di pollo, verdure, coriandolo fresco e goma (salsa di sesamo). Nel menù invernale è invece disponibile con carne di maiale, oppure con manzo, funghi e cipolla rossa caramellata.

Zazà Ramen Milano ramen di carne

Non contenta ho messo alla prova anche lo hiyashi chuka, il ramen freddo di pesce: è a base di salmone e avocado in salsa shoyu e yuzu ed è consigliatissimo anche perchè servito in un piatto dalla tonalità meravigliosa.

Nella versione calda trovate in menù il Ramen di pesce e frutti di mare con finocchio in brodo caldo e il Tako ramen con verdure in foglia asiatiche e pesto di zenzero fresco (quest’ultimo è uno dei best seller del locale).

Zazà Ramen Milano ramen di pesce

Già che ci siamo, qualche consiglio che spazia oltre i ramen: provate la Gado-Gado Zazà di verdure miste e salsa speziata agli arachidi, un’insalata che vi ruberà il cuore.

Zazà Ramen – via Solferino 28 (M2 Moscova) – 02 36799000 – Orari: 12-15 e 19-23 – www.zazaramen.it 

dove mangiare la pizza a Milano

Dove mangiare la pizza a Milano in zona Sempione e trovarla pure buona

Basta sushi, finito il tempo degli hamburger: Milano sta impazzendo per la pizza, soprattutto napoletana e di qualità.

All’ombra della Madonnina è tutto un fiorire di nuove aperture, che mettono in primo piano una carta degli ingredienti curatissima, farine biologiche macinate a pietra e lievitazioni molto lunghe, il più delle volte a base di pasta madre.

Insomma finalmente anche a Milano è possibile mangiare una pizza buona, anzi a volte addirittura buonissima. E senza nemmeno spendere un patrimonio. Continua a leggere

Toridoll Milano

Toridoll apre a Milano La Bottega del Ramen e Tokyo Table

Attenzione amanti dei ramen e della cucina giapponese in generale: sta per sbarcare in Italia il gruppo Toridoll, il cui nome probabilmente non vi dirà nulla.

Nemmeno a me fino a ieri. Poi sono incappata in una notizia e ho scoperto che è un colosso giapponese con molti brand di ristorazione e circa 1200 ristoranti nel mondo. Che ora ha la ferma intenzione di conquistare l’Europa partendo proprio da Milano. Continua a leggere

Panettone artigianale a Milano

Panettone artigianale a Milano: dove comprarlo tra antiche pasticcerie e nuovi locali

Milano non c’è soltanto il derby tra Milan e Inter a scaldare gli animi. A Milano si celebra Sant’Ambrogio con lo stesso tifo (seppur sobriamente espresso) riservato a una rock star. E subito dopo si inizia a parlare dell’argomento natalizio per eccellenza: il panettone artigianale. Continua a leggere

maido-milano-okonomiyaki

Com’è l’okomiyaki di Maido, il ristorante in zona Sempione a Milano

Finalmente anch’io mi sono messa al passo coi tempi e sono andata a provare l’okonomiyaki di Maido, il ristorante in stile M’Arrabbio che dopo aver impazzato al Mercato Metropolitano ha aperto un locale anche in zona Sempione, a due passi dall’Arco della Pace (dopo quello in via Savona 15 e il recentissimo in via Dal Verme 36, zona Isola). Continua a leggere