Al bar scelgo io

Al bar scelgo io: il progetto geniale (e gratuito) per baristi geniali e ristoranti illuminati

Al bar scelgo io

Siete mai stati al bar coi bambini? O al ristorante con amici sordomuti?

Vi faccio un altro esempio: siete mai stati in un locale all’estero, in un paese del quale non conoscevate la lingua?

Difficile ordinare, vero? Continue reading “Al bar scelgo io: il progetto geniale (e gratuito) per baristi geniali e ristoranti illuminati”

starbucks

Starbucks apre a Milano: berremo frappuccino dal 2018

starbucks[Aggiornamento del 28 febbraio 2017]

Starbucks aprirà a Milano in Piazza Cordusio, nel vecchio Palazzo delle Poste: una location centralissima, a due passi dal Duomo e dal castello Sforzesco. E non a caso piena di uffici e turisti.

Tra l’altro, pare che all’interno della caffetteria – che sarà la più grande d’Europa – sia previsto anche un corner per Princi.

Sapete, non so come prendere la notizia che Starbucks aprirà a Milano nel 2018 (e si è aggiudicata l’appalto per curare le aiuole di Piazza Duomo: tra mille polemiche sono arrivati palme e banani). Continue reading “Starbucks apre a Milano: berremo frappuccino dal 2018”

I caffè letterari da Parigi a Milano in mostra all’Institut Francais

les deux magots paris bn

Solo al sentir nominare caffè letterari la mente corre ad altri tempi, quelli degli anni Trenta a Parigi, quando ai tavoli del Café Flore o Les Deux Magots si radunavano scrittori e pittori che avrebbero cambiato il mondo. Continue reading “I caffè letterari da Parigi a Milano in mostra all’Institut Francais”

Radiofreccia, Ligabue, l’estate, i fossi, l’anguria e i bar di provincia

RadiofrecciaRadiofreccia, il film di Ligabue, compie 15 anni. E stasera, per festeggiare l’anniversario, in piazza a Correggio si ritrovano tutti gli attori del cast: il Liga, ovviamente, Stefano Accorsi, che all’epoca era famoso più per il Maxibon che per altro, il produttore Domenico Procacci. Che c’entra con questo blog? ora ve lo spiego. Continue reading “Radiofreccia, Ligabue, l’estate, i fossi, l’anguria e i bar di provincia”